Domenica 30 marzo il Teatro Annibal Caro torna ad ospitare Civitanova Danza tutto l’anno, diciassettesima rassegna promossa dal Comune di Civitanova Marche, dai Teatri di Civitanova e dall’AMAT. L’appuntamento è rivolto a bambini e adulti e vede in scena Scarpe di Sosta Palmizi, uno spettacolo nel quale il coreografo Giorgio Rossi trae spunto dalla scarpa come parabola poetica dell’esperienza vissuta e della memoria collettiva ed individuale. Lo spettacolo unisce danza contemporanea e nouveau cirque, delicati passi di danza s’intrecciano a spettacolari acrobazie aeree e a terra generando l’atmosfera magica delle fiabe.

Dopo lo spettacolo – grazie alla collaborazione della Pinacoteca Civica “M. Moretti” – bambini e adulti potranno usufruire di una “speciale” visita guidata alla vicina Pinacoteca (ad ingresso gratuito). Inoltre, a teatro saranno disponibili libri per ragazzi da sfogliare acquistare e da piazza XX Settembre (Civitanova bassa) sarà a disposizione del pubblico alle ore 16.30 una navetta per raggiungere comodamente e gratuitamente il Teatro Annibal Caro (servizio previsto anche per il ritorno).

Giorgio Rossi danza questa storia per i bambini, la racconta con leggerezza come una favola di scarpe sotto un cielo di luna che illumina i passi di stravaganti personaggi su un sentiero misterioso, perché nessuno meglio dei bambini può credere ad una favola di scarpe, strabuzzare gli occhi e capire cosa raccontano.
Scarpe consumate che camminano nei campi e schiene piegate a raccogliere il grano, scarpe dure che solcano i campi minati con il peso dei fucili da trasportare, scarpe abbandonate in un prato e rugiada sotto i piedi, scarpe
vanitose che attraversano il mondo come fossero l’unica cosa preziosa per le strade, scarpe che dondolano allegre sull’altalena, che sono ai piedi da tutto il giorno o che girano i tacchi e se ne vanno, scarpe slacciate che corrono a perdifiato e ginocchia sbucciate.
Nello spettacolo si avvicendano una serie di immagini che partono dai piedi e conducono l’immaginazione al rammentare degli anziani che seduti sotto l’ombra fresca degli alberi smettono di giocare a carte per raccontare della donna più bella mai vista e di come ballava con le ballerine rosse o degli scarponi indossati dai partigiani.

A dar vita a questo lieve e coinvolgente spettacolo sono i danzatori Elena Burani, Fabio Nicolini, Giorgio Rossi e Francesco Sgrò. Il disegno luci dello spettacolo è di Mara Cugusi.

Prezzo : INTERO € 12, RIDOTTO € 10